A.A. 2021-2022 – Attività ed Esercitazioni

Benvenuto nell’area studenti dell’anno accademico 2021-2022. Registrati, modifica e lavora in rete! Di seguito troverai tutti i passaggi da fare per le tue esercitazioni.


Ultimo update: sabato 27 novembre 2021

ATTIVITÀ

Esercizio 1 – Tempi di consegna:
Frequentanti: giovedì 7 ottobre 2021
Non Frequentanti: lunedì 11 ottobre 2021

Completa la cartolina utilizzando Adobe Spark

Completa il retro della cartolina del corso inserendo il tuo nome e cognome, l’indirizzo email, il tuo eventuale profilo FB e la città in cui vivi.

ISTRUZIONI DETTAGLIATE:

  1. Scarica l’ immagine che trovi a questo link;
  2. Collegati al servizio di grafica online Adobe Spark usando il tuo account Unimib;
  3. Una volta dentro al servizio clicca sul tasto blu con il segno + e scegli l’opzione Grafica con dimensioni personalizzate, imposta come larghezza 1000px e altezza 667px;
  4. Clicca sullo stage bianco e a destra scegli nel pannello modifica sfondo l’opzione Scegli immagine e carica il retro della cartolina che hai scaricato;
  5. Una volta caricata utilizza lo strumento testo, che trovi nel pannello di destra, per inserire le informazioni richieste nell’area dell’indirizzo, ovvero: nome e cognome, indirizzo mail, eventuale link al profilo FB e la città in cui attualmente vivi;
  6. Nell’area dove invece normalmente si scrive il testo carica una tua immagine e se vuoi scrivi sotto qualcosa che pensi ti rappresenti bene;
  7. Salva il lavoro con il nome ComT-Cognome-Es1, scaricalo scegliendo il formato jpeg e ricaricalo sul tuo File Manager personale che trovi sul sito comtour.info.

Utilizza pure gli strumenti di personalizzazione del programma per creare il tuo stile personale.

Esempio: ComT-Mutti-Es1.jpg

Esercizio 2 – Tempi di consegna:
Frequentanti: giovedì 21 ottobre 2021
Non Frequentanti: lunedì 25 ottobre 2021

Rielaborazione con Adobe Photoshop

Rielabora l’immagine utilizzando il programma Adobe Photoshop e seguendo le indicazioni che trovi di seguito.

ISTRUZIONI DETTAGLIATE:

  1. Scarica l’immagine [email protected] che trovi sul tuo File Manager, nella cartella File condivisi/Esercitazioni/ComT-PH-2;
  2. Apri la macchina virtuale dove sono installati i programmi Adobe, segui tutti i passaggi spiegati nelle lezioni precedenti e, una volta collegato/a lancia il programma Photoshop;
  3. Una volta lanciato il programma apri il file [email protected]
  4. Quando l’immagine é aperta in Photoshop vai sul menú principale in alto e, sotto la voce immagine, cerca il comando Dimensione Immagine ed eseguilo;
  5. La finestra che si apre dovrebbe darti come informazioni 3000×2000 px di dimensioni e 72 pixel/pollice di risoluzione. Vogliamo elaborare questa immagine per essere pubblicata e stampata sulla nostra rivista, per cui la risoluzione dovrà necessariamente diventare 300 pixel/pollice. Per fare questo passaggio assicurati di deselezionaere la casella ricampiona (o resample). In questo modo le tre dimensioni (larghezza, altezza e risoluzione) vengono elaborate in modo sincronizzato. Ora puoi modificare la risoluzione a 300 pixel/pollice. Vedrai che se cambi l’unità di misura in cm ora l’immagine avrà le dimensioni di 25×16 cm circa. Clicca su OK. Apparentemente non é cambiato nulla, ma in realtá ora l’immagine se venisse stampata avrebbe quelle nuove dimensioni e risoluzione.
  6. Per la nostra rivista peró 25 cm di larghezza sono eccessivi e le regole editoriali ci impongono di usare una larghezza massima per le fotografie orizzontali di 18 cm.
  7. Apri quindi il pannello dimensione immagine una seconda volta e imposta la larghezza a 18 cm, facendo attenzione peró questa volta a riselezionare la casella ricampiona. Ora le nuove dimensioni saranno 18×12 cm. Dai OK e vedrai a schermo l’immagine ridimensionarsi.
  8. Apri adesso, sempre sotto il menú immagine, il primo comando: Metodo e cambia le impostazioni scegliendo CMYK (modalità di lavoro in quadricromia) e passa anche a 16 bit/canale, in modo che il file sará gia pronto per un’eventuale stampa in tipografia.
  9. Benissimo, ora salviamo una copia di questa foto per permettere la pubblicazione sulla rivista. Scegli da File il comando Salva con nome. Nella finestra che si apre scegli il comando Salva nel tuo computer e imposta i seguenti parametri:
    Nome file: [email protected]
    Salva come: mantieni il formato jpeg
    Impostazioni jpeg: mantieni il formato linea base standard e come rapporto qualità/compressione scegli 8. Dai Ok;
  10. Ipotizziamo ora che la nostra rivista avrá anche una copia digitale sul web dove le immagini verranno visualizzate a tutto schermo e che quindi devono mantenere una risoluzione massima di 2000 pixel di larghezza. Ripetiamo quindi ora tutti i passaggi fino al punto 4 (in sostanza riapriamo l’immagine originale) e col comando Dimensione immagine impostiamo la larghezza a 2000px (fate sempre attenzione che sia selezionata la casella ridimensiona);
  11. Sotto il comando Metodo, lasciamo pure il profilo RGB e salviamo una copia in jpeg, con rapporto qualitá/compressione a 8 e Nome File: [email protected];
  12. Carica infine entrambi i file sul tuo File Manager, nella tua cartella personale.

Esercizio 3 – Tempi di consegna:
Frequentanti: lunedì 8 novembre 2021
Non Frequentanti: martedì 9 novembre 2021

Realizzate una vostra breve presentazione

Create una breve presentazione di voi stessi utilizzando un supporto informatico (Power Point, Adobe Spark, Prezi o altro sistema) che possiate utilizzare come accompagnamento della presentazione orale. Attenzione però… quello che viene richiesto dall’esercizio è di presentarvi scegliendo innanzitutto una località che per voi sia particolarmente significativa e in grado di mettere in evidenza le vostre caratteristiche personali. Quindi non si tratta di presentarvi con la classica modalità a cui siete abituati (“Mi chiamo… vivo a… studio… mi piacerebbe, etc”), ma di raccontarvi partendo da una realtà che conoscete e vi appassiona. Potrebbe essere una località ma anche uno spazio particolare o un’attività, l’importante è che sia (o possa essere) in qualche modo localizzabile spazialmente e possibilmente a una scala non troppo ampia (il quartiere di una città, un borgo, un parco, un museo, etc.). Evitate quindi di usare dimensioni come quelle di una Regione o uno Stato. Cercate quindi di collegare quelle che ritenete le vostre piú importanti caratteristiche a un contesto territoriale ben definito, ovvero individuate un luogo tramite cui descrivere anche voi stessi.

Chiudete la vostra presentazione indicando una possibile destinazione su cui lavorare nell’attività di progettazione in classe, indicando se si tratta di una destinazione singola o di un itinerario e quali dinamiche o ipotesi di rigenerazione intendete sviluppare. La località che scegliete può coincidere con quella che avete usato per raccontarvi o anche essere completamente diversa, in ogni caso la scelta  sarà poi ulteriormente approfondita con altre attività di esercitazione per cui in questa fase è sufficiente indicarla in modo molto sintetico e proponendo le possibili situazioni di rigenerazione che pensate di mettere in evidenza o sviluppare.

Il tempo massimo di presentazione non deve superare i 5 minuti.

 

ISTRUZIONI DETTAGLIATE:

  1. Potete usare qualunque sistema di presentazione, ma in ogni caso raccontate il motivo della scelta.
  2. La presentazione informatica dovrà accompagnare quella orale. Ipotizzate di avere un tempo massimo di non più di 5 minuti. Le presentazioni inizieranno lunedì 8 novembre, dando precedenza ai volontari o chiamando in ordine alfabetico.
  3. Gli studenti frequentanti a distanza dovranno presentare condividendo lo schermo del proprio computer e accertarsi prima del corretto funzionamento dei propri dispositivi.
  4. Gli studenti non frequentanti dovranno invece creare una video registrazione della loro presentazione utilizzando un software di registrazione video e caricarlo sul File Manager del sito comtour.info. Per informazioni su come registrare il proprio schermo e l’audio potete leggere questo articolo di Salvatore Aranzulla: “Come registrare lo schermo del PC con audio” che spiega anche come utilizzare l’applicazione nativa di Windows 10 Xbox
  5. Per qualunque dubbio scrivetemi una email: [email protected]

Esercizio 4 – Tempi di consegna:
Frequentanti: giovedì 18 novembre 2021
Non Frequentanti: lunedì 22 novembre 2021

Ideare un NOME per una nuova rivista di turismo/viaggi

Ciascuno studente deve proporre un nome per la rivista che stiamo progettando come lavoro di gruppo. È necessario sottomettere una sola proposta e accompagnarla con alcune righe di spiegazione (max 500 caratteri spazi inclusi). Le proposte devono pervenire come file pdf ed essere caricate sul vostro File Manager personale sul sito comtour.info
Il file deve chiamarsi ComT-Cognome-RivistaName.pdf

Di seguito alcune indicazioni utili per la scelta del nome.
ATTENZIONE: siete tutti invitati ad aggiungere e proporre anche nuove caratteristiche rispetto a target, missione, valori e vision a cui fa riferimento il progetto.

1. Target di riferimento
– Giovani (20-30), lavoratori e studenti (dell’Università di Milano-Bicocca ma anche di altre università incluso, studenti Erasmus ed internazionali in generale).


2. Mission e caratteristiche della rivista

La rivista che stiamo progettando vuole essere un prodotto cartaceo tradizionale a tiratura annuale e stampa on demand in sintonia con la comunicazione digitale. La sua progettazione intende: permettere lo sviluppo di una serie di attività pratiche (hands-on) da parte degli studenti del corso di Comunicazione per il Turismo volte a sostenere un turismo responsabile e sostenibile; incentivare azioni ed esperienze di rigenerazione (turismo rigenerativo); valorizzare sensibilità, competenze trasversali, background del team di lavoro composto dagli studenti dell’insegnamento magistrale di Comunicazione per il Turismo al fine di sostenere e promuovere una visione nuova e originale nei modi di fare turismo e nella scelta delle destinazioni di viaggio. Rispetto a quest’ultimo punto può essere utile prestare anche una particolare attenzione al periodo di uscita della rivista che, a ridosso delle feste natalizie, potrebbe caratterizzare in modo significativo la selezione delle destinazioni proposte e il in parte anche lo stile narrativo scelto.


3. Valori
I principali valori a cui fa riferimento il progetto:
• Responsabilità e sostenibilità del turismo.
• Rispetto e cura dei territori e delle comunità (umane e non) che li abitano.
• Partecipazione (riconoscimento di un ruolo attivo e propositivo tanto dei turisti che dei soggetti promotori della comunicazione).
• Inclusività e apertura nei confronti delle diverse realtà e soggettività coinvolte nei processi di comunicazione per il turismo.
• Cambio di passo nella proposta delle destinazioni ed esperienze di viaggio in cui prevalga l’originalità e il coinvolgimento dei soggetti in processi di turismo rigenerativo.
• Integrazione funzionale e armoniosa dello sviluppo tecnologico con quello sociale e territoriale, in un’ottica di essenzialità ed efficienza delle tecnologie rispetto a una pervasività fine a se stessa ed orientata esclusivamente al profitto.


4. Visione
• Elaborare un primo numero della rivista per valutare la sostenibilità e fattibilità della stessa nel medio-lungo periodo.
• Coinvolgere in modo proattivo i soggetti esterni eventualmente coinvolti e diventare un punto di riferimento per le proposte di turismo rigenerativo.
• Rendere il lavoro del team editoriale funzionale alla valorizzazione delle diverse individualità e competenze.
• Provare a formalizzare la distribuzione della rivista all’interno dell’Ateneo coinvolgendo i responsabili alla didattica e gli uffici amministrativi.
• Valutare la possibilità di trovare sponsor e forme di finanziamento.

Esercizio 5 – Tempi di consegna:
Frequentanti: giovedì 25 novembre 2021
Non Frequentanti: lunedì 29 novembre 2021

Prime indicazioni da fornire relative a un articolo da scrivere per una rivista di viaggi

Siete incaricati di scrivere un articolo per una nuova rivista di viaggi. Il vostro capo redattore vi chiede pertanto di preparare un documento che riassuma le caratteristiche principali del vostro contributo, in particolare dovete dare:

  • 1) Un titolo
  • 2) Un sommario di massimo 250 parole spazi inclusi;
  • 3) Un’immagine per un’eventuale copertina
  • 4) Una scaletta di argomenti da trattare
  • 5) Alcune indicazioni sullo stile narrativo che volete seguire (reportage, racconto in prima persona, racconto storytelling con più personaggi intervistati, testo raccolto).

Il file che dovrete fare in word e caricare sul vostro File Manager deve chiamarsi nel modo seguente.
Per chi segue il lavoro di progettazione della rivista: ComT-Cognome-Articolo
Per chi non segue il lavoro di progettazione della rivista: ComT-Cognome-Es5

ATTENZIONE: questo esercizio può essere svolto da tutti, a prescindere da seguire o meno l’attività di progettazione in classe. Ovviamente, coloro che sono invece impegnati in questa attività in classe devono fare riferimento alle proposte già presentate.

1. Titolo
– Il punto di partenza principale. Deve essere in Italiano, suscitare interesse e dare indicazioni immediate su alcuni elementi dell’articolo.


2. Sommario
– Segue il titolo e non deve essere più lungo di 250 battute spazi inclusi. Inserite qui le informazioni più importanti per il lettore.


3. Immagine di copertina
Deve essere un’immagine libera da diritti e che può essere utilizzata anche per fini commerciali. La cosa migliore è probabilmente ricorrere a una propria fotografia. Inoltre, deve poter avere le seguenti caratteristiche tecniche: la larghezza deve essere almeno di 30 cm e la risoluzione per la stampa di 300dpi (per queste operzioni sarà probabilmente necessario processarla con Photoshop). Inoltre il file deve essere salvato nel formato jpeg mantenendo un rapporto di qualità abbastanza elevato, almeno di 7-8 punti. Chiamate il file nel modo seguente e caricatelo nel vostro file Manager:
Per chi segue il lavoro di progettazione della rivista: ComT-Cognome-Articolo-Cover.jpg
Per chi non segue il lavoro di progettazione della rivista: ComT-Cognome-Es5-Cover.jpg


4. Indicazioni sullo stile narrativo

Date indicazioni sullo stile narrativo che volete mantenere, ad esempio reportage, racconto in prima persona, storytelling con più personaggi, intervista, testo raccolto.
Cercate di essere abbastanza precisi rispetto allo schema narrativo che volete portare avanti indicando gli aspetti più importanti che lo caratterizzano. Chi è coinvolto come “raccoglitore”, ovvero ha il compito di sistematizzare il racconto di alcuni vostri colleghi che non parlano molto bene l’italiano, non è necessario che sottometta un proprio articolo.


5. Scaletta degli argomenti

Sviluppate una sintetica scaletta degli argomenti che intendete trattare procedendo per punti, ad esempio:

  • Breve introduzione del contesto, ad esempio: questa parte viene descritta con riferimento alla piena del fiume Po’ dell’anno scorso che ho osservato in prima persona..;
  • Approfondimento di alcune problematiche legate al turismo riportando alcune fonti importanti (articolo sul Sole24 ore e breve intervista del Sig. x);
  • Proposta per un certo tipo di attività in grado di coinvolgere specifiche strutture;
  • Etc. etc.

Esercizio 6 – Tempi di consegna:
Frequentanti: lunedì 29 novembre 2021
Non Frequentanti: martedì 30 novembre 2021

Prima votazione per la scelta del nome della rivista che è in fase di progettazione come lavoro di classe

Procedete assegnando un parere positivo o negativo per ciascuna proposta di nome sottomessa. Utilizzate il link che trovate qui sotto per accedere al modulo di votazione (è richiesto l’accesso con il vostro account google ed è possibile elaborare il modulo una sola volta):
https://tinyurl.com/5aepe7w7

Esercizio 7 – Tempi di consegna:
Frequentanti: giovedì 16 dicembre 2021
Non Frequentanti: giovedì 16 dicembre 2021

Attività di feedback sulle proposte per la rivista Re.tour

Accedete alla cartella su Drive
https://drive.google.com/drive/folders/1bIZ3y4IMYaewwf5KoKHQFktvkVvOc9xl?usp=sharing

PEr ogni documento avete la possibilità di aggiungere dei commenti o dei suggerimenti utilizzando l’area a fondo pagina riservata ai “Feedbackers”. Per aggiungere un commento procedete nel modo seguente: aggiungete il vostro indirizzo mail, selezionatelo e aggiungete il commento utilizzando l’apposito bottone che compare a fianco della pagina (vedi l’immagine sotto).

Esercizio 8 – Tempi di consegna:
Partecipanti al progetto: martedì 28 dicembre 2021
Non partecipanti al progetto: giovedì 30 dicembre 2021

Sviluppo dell’area di approfondimento online per gli articoli della rivista Re.tour

Obiettivi: creare una sezione di approfondimento online collegata tramite QR-code all’articolo presente sulla rivista Re.tour

ATTENZIONE: questo esercizio può essere svolto da tutti, ma è obbligatorio per gli studenti che hanno deciso di lavorare al progetto della rivista Re.tour, mentre rimane facoltativo per chi invece non segue questa attività permettendo però a questi studenti di accumulare punti come nelle altre esercitazioni. Vedere nelle istruzioni dettagliate come differenziare questa attività in base alla partecipazione o meno al progetto di lavoro.

ISTRUZIONI


L’area di approfondimento sarà semplicemente un articolo di WordPress del sito comtour.info che utilizzerà un template grafico appositamente pensato per questa funzione, ovvero senza l’header classico e il menù di navigazione, dal momento che questo contenuto sarà visibile solo tramite il QR-code presente nella rivista. L’articolo sarà composto nell’ordine da uno slider fotografico di almeno 5 immagini, ognuna delle quali avrà la propria didascalia e la fonte con il link di ritorno; una mappa, e un elenco di link eventualmente divisi per categorie se necessario. Per realizzare l’area di approfondimento seguite le istruzioni che trovate di seguito.

1. Accesso al backend
Accedere al backend di WordPress cliccando su questo link e accedete alla sezione “Articoli>Tutti gli articoli”. Per chi ha già impostato il proprio articolo lo troverà già in elenco mentre chi è alla prima esecuzione dell’esercitazione dovrà crearne uno nuovo usando il comando “Aggiungi nuovo” che trova in alto a destra del titolo Articoli. Ipotizziamo di partire da zero e quindi creiamo un nuovo articolo.

2. Prime operazioni
Chiudete il wizard che eventualmente compare e per prima cosa, nel campo “Aggiungi titolo” inserite il titolo del vostro contributo. Cercatelo aprendo il vostro Drive usando questo link e selezionando il vostro contributo. Usate come titolo lo stesso identico titolo che avete indicato per la rivista.
Gli studenti che non partecipano al progetto invece possono svolgere l’esercizio aprendo un contributo a caso di un loro compagno e usando il suo contenuto. Però è importante che scrivano il titolo aggiungendo tra parentesi alla fine il proprio cognome in modo che sarà chiaro che si tratterà di una copia. In quest’ultimo caso quindi il titolo del post sarà:
Studente autore/che partecipa al progetto: Nuove frontiere sostenibili a Capo Verde: NATURALIA
Studente che non partecipa al progetto: Nuove frontiere sostenibili a Capo Verde: NATURALIA (Mutti)
Una volta inserito il titolo salvate il post come bozza: “Salva bozza” in alto a sinistra.

3. Settiamo i parametri generali
Ora portatevi sull’area di destra del back end di WordPress e nella scheda articolo selezionate nell’ordine:
Template: “Re.tour-Page”;
Categorie: Re.tour
“Salva bozza”in alto a sinistra.

4. Aggiungiamo ora il primo elemento del nostro post, ovvero lo slider fotografico.
Usando il bottone blu con il segno + che trovate in alto a sinistra selezionate il blocco “Gutenslider” che troverete sotto la categoria Media. Una volta cliccato il blocco comparirà nell’editor di WordPress. Aggiungete per prima cosa le immagini che avete selezionato, escludendo quella usata per la copertina. Se qualcuno però volesse inserire anche quell’immagina dovrà prima ridimensionarla e salvarne una copia con un’altezza non superiore a 600px. Inserite le immagini nello slider con il tasto “Libreria media”. Se le immagini non sono state ancora caricate usate il tasto “Carica file”, altrimenti se sono state già caricate cercatele usando il campo ricerca e mettendo il vostro cognome. Le immagini vengono estratte se avete usato la codifica abituale (ComT-Cognome-Img01). Una volta trovate (o caricate) selezionate tutte le immagini e cliccate sul tasto “Crea una nuova galleria”. Nella schermata successiva “Modifica galleria” potete scegliere l’ordine di visualizzazione semplicemente trascinando e spostando ciascuna foto. Inoltre in questa schermata potete anche inserire la didascalia per ciascuna immagine che deve essere scritta nel campo “Didascalia” che si apre a destra selezionando ciascuna foto.
Attenzione: la didascalia deve essere scritta nel modo seguente:
Isola di Sal, Capo Verde. Fonte: pixabay
Ovvero: il testo della didascalia e dopo il punto l’indicazione della fonte ma indicando solo il nome del soggetto in generale e non il link. Il link infatti andrà poi inserito come collegamento al nome in un secondo momento (vedi più avanti).
Nota importante per la didascalia: cercate di non dire quello che l’immagine già dice ma date una descrizione che aumenti il significato e la comprensione dell’immagine. Ad esempio scrivere “tartaruga raggiunge l’Oceano” su un immagine di una tartaruga che cammina verso il mare è una didascalia completamente inutile. Cercate di declinare in poche parole un senso diverso come ad esempio “Le isole di Capo Verde sono un habitat perfetto per le tartarughe marine, rara specie in grado di vivere fino a cent’anni”. Ricordo che questo aspetto (insieme ad altri più critici) se sviluppato male potrebbe abbassarvi il totale dei punti che potreste ottenere con questa esercitazione.
Una volta inserite tutte le didascalie inserite la galleria nel post usando il tasto “Inserisci galleria”.

5. Settiamo lo slider fotografico.
Cliccando una volta sul blocco dello slider attiviamo i controlli generali. Qui dobbiamo accertarci di avere:
Animation: slide
– Slide mode: changing
– Slider height: questa impostazione deve essere scelta in base alle caratteristiche delle foto caricate e i criteri sono sostanzialmente due. 1) Se tutte le immagini sono più o meno uguali in altezza possiamo scegliere l’opzione “adaptive height” (l’immagine si adatta per la sua altezza e viene mostrata tutta). La cosa ideale per usare questa opzione è quella di ridimensionare tutte le immagini con dimensioni identiche. 2) Nel caso avessimo immagini molto diverse tra loro per altezza, ad esempio se avessimo formati orizzontali e verticali insieme, è meglio usare l’opzione “fixed height” (l’immagine viene mostrata con un’altezza fissa che potete impostare per cui quelle foto più grandi vengono in parte ritagliate con un riquadro che ne copre una parte. Potete in questo modo eventualmente spostare il punto focale in modo da centrare diversamente la singola fotografia. L’altezza che consiglio è non superiore a 600px e viene impostata con il comando “Minimum Slider Height”.
– auto: disattivare l’opzione Autoplay.
Una volta impostati i setting generali dello slider possiamo personalizzare i settaggi per ciascuna singola immagine cliccando su la singola foto dopo aver selezionato il blocco slider. Se fate attenzione all’area di destra dove troviamo i parametri di configurazione del blocco vedrete che cliccando sul’immagine questi cambiano e troviamo i settings per quella singola fotografia, partendo dal punto focale (normalmente impostato al centro e utile nel caso usassimo la modalità “fixed height”) la possibilità di rimuovere quella singola foto e caricarne un’altra, la possibilità di aggiungere un link e il campo sulle didascalie: “Automatic Captions” che deve essere impostato con la voce “Caption Only”.
Passando all’immagine successiva (usando le frecce a destra o a sinistra dell’immagine) i parametri di configurazione a destra tornano ad essere quelli generali dello slider, per cui dovete cliccare una seconda volta sull’immagine al fine di attivare i parametri specifici per quella singola fotografia e settare eventualmente il punto focale (se usate la modalità “fixed height”) e “Caption Only” in “Automatic Caption”.

6. Settiamo ora la didascalia.
Eseguite le azioni del punto precedente dovremmo avere tutte le immagini settate con la didascalia “Caption only”. Fate attenzione perché la didascalia sull’editor viene visualizzata in colore nero per cui può risultare difficile vederla subito. Comunque se l’avete scritta e avete settato il paramtro “Caption only” per ogni immagine la didascalia è al centro leggermente più in basso della freccia di sinistra per scorrere da un’immagine all’altra. Se passate col mouse sopra quest’area e provate a selezionare il contenuto tenendo schiacciato il tasto di sinistra dovreste riuscire a selezionare il testo della didascalia. Eventualmente, dopo averne selezionato una parte, potete aiutarvi con la combinazione di tasti Maiusc+freccia direzione per selezionare tutto. Una volta selezionata la scritta cliccate sull’immagine e vedrete comparire le impostazioni del blocco slider a destra, ora cliccate una seconda volta sull’immagine e avrete le impostazioni della singola foto e sopra l’immagine dovrebbe apparire questo pannello di controllo (fig 1):

Fig. 1

Cliccate sul riquadro con il punto nero al centro e impostate come punto di visualizzazione quello più in basso a sinistra (Fig. 2). In questo modo la didascalia verrà visualizzata partendo dal punto più basso a sinistra sopra l’immagine.

Fig. 2

Cliccate ora fuori dall’immagine, cliccate una volta sull’immagine e selezionate nuovamente il testo della didascalia, dovreste vedere il pannello seguente (Fig. 3):

Fig. 3

Cliccate sul simbolo del menù a discesa, a destra a fianco dell’icona per inserire i link e scegliete la voce “Colore del testo” e impostatela sul bianco nel pannello che compare in basso all’immagine (Fig. 4).

Fig. 4

Infine selezionate solo il nome sulla fonte e inserite il link usando il comando dei collegamenti (Fig. 5):

Fig. 5

Inserite il link nel campo appropriato e facendo attenzione a selezionare sempre l’opzione “Apri in una nuova scheda”. Per inserire il link definitivamente cliccate sulla freccia come nell’esempio seguente (Fig. 6).

Fig. 6

Ripetete queste azioni per ciascuna immagine inserita.

7. Aggiungiamo la mappa di google
Per aggiungere la mappa di google dobbiamo prima inserire uno spazio vuoto di almeno 50px tra questa e lo slider. Quindi usando il tasto in alto a sinistra per l’inserimento dei blocchi inseriamo il blocco “Spazio vuoto” (Fig. 7) che troviamo sotto la categoria Design. Nelle impostazioni del blocco impostiamolo a 50px.

Fig. 7

Ora inseriamo dopo lo spazio vuoto il blocco “Html personalizzato” che trovate sotto la categoria Widget e che useremo per scrivere il codice di embedding della la mappa di google. Nel camp “Scrivi html…” incolleremo il codice che che copieremo dal comando “Incorpora sul mio sito” di Google Maps, facendo attenzione a cambiare le impostazioni di width=”640” in width=”100%”, in modo da permettere alla mappa di visualizzarsi con una larghezza pari al 100% dello schermo (Fig. 8).

Fig. 8

8. Aggiungiamo l’elenco dei link per gli approfondimenti
Questa operazione potete farla o con un semplice elenco oppure, se è necessario, inserendo prima di ciascun elenco una voce per definire la categoria di riferimento, nel caso aveste preparato un elenco complesso e molto articolato.
Iniziamo vedendo la procedura per inserire l’elenco più semplice.
Innanzitutto inseriamo una linea di separazione tra la mappa e l’elenco, quindi aggiungiamo il blocco “Separatore” che troverete sotto la categoria il Design. Per questo blocco impostate nelle proprietà “Linea ampia” e il colore grigio tenue (Fig. 9).

Fig. 9

Inseriamo ora un blocco “Titolo” che trovate subito nella categoria Testo e scrivete Link/Approfondimenti selezionando come tag del titolo H4 (Fig. 10).

Fig. 10

Aggiungete ora il blocco “Elenco” che trovate sempre sotto la categoria testo e inserite a fianco del punto elenco il testo con il link e sotto, usando il comando MAIUSC+INVIO la descrizione del collegamento, come nell’esempio (Fig. 11).

Fig. 11

Ora inserite il collegamento ad ogni testo del link, se non è stato preso automaticamente, in ogni caso controllate che ogni link si apra in una nuova finestra. Questo punto è molto importante per cui non tralasciatelo (Fig. 12).

Fig. 12

Nel caso invece aveste l’esigenza di dover strutturare meglio l’elenco dei link aggiungete prima di ciascun blocco Elenco un blocco Paragrafo e scrivete la categoria usando il corsivo, come nell’esempio (Fig. 13):

Fig. 13

Fate un’anteprima e salvate tutto.

9. Creiamo il QR-Code
Ora che avete completato tutti i passaggi possiamo creare il QR-Code che useremo sulla rivista per chiamare quest’area di approfondimento. Innanzitutto dobbiamo pubblicare il post. Usate uindi il tasto Pubblica in alto a destra. Una volta pubblicato comparirà subito una finestra in cui sarà presente il link al post (Fig. 14):

Fig. 14

Nel caso l’articolo fosse stato già pubblicato trovate il link sotto la voce Permalink> Visualizza articolo (Fig. 15).

Fig. 15

Selezionate il link che trovate sotto “Visualizza articolo” usando nel caso il tasto destro del mouse e Copia indirizzo link
Usiamo come applicazione per creare il QR-Code https://www.qrcode-monkey.com/
Inseriamo il link nel campo per la generazione del QR, impostiamo la risoluzione massima di 2000px e clicchiamo su Dowload PNG. Caricate il Qr nella cartella su Drive dove è presente il vostro articolo chiamando il file ComT-Cognome-QRcode.

Esercizio 9 – Tempi di consegna:
Frequentanti e non frequentanti
– sessione esame del 18 gennaio: prima bozza mercoledì 26 gennaio 2022, chiusura definitiva del post venerdì 4 febbraio 2022;
– sessione esame del 18 febbraio: chiusura definitiva del post martedì 1 marzo 2022.

Promozione della rivista Re.tour sul canale Facebook del corso

Obiettivi: realizzare un post di promozione della rivista RE.tour sul canale Facebook del corso interfacciandosi con il proprio social media manager di riferimento.

ATTENZIONE: questo esercizio può essere svolto da tutti. Chi ha seguito il lavoro di progettazione della rivista può prendere spunto dai contenuti del proprio articolo, mentre coloro che non hanno partecipato possono utilizzare altri elementi narrativi più generali che fanno riferimento alle tematiche trattate e alle caratteristiche tecniche della rivista (versione print on demand o digitale).

Obiettivi: realizzare un post di promozione della rivista RE.tour sul canale Facebook del corso interfacciandosi con il proprio social media manager di riferimento.

ATTENZIONE: questo esercizio può essere svolto da tutti. Chi ha seguito il lavoro di progettazione della rivista può prendere spunto dai contenuti del proprio articolo, mentre coloro che non hanno partecipato possono utilizzare altri elementi narrativi più generali che fanno riferimento alle tematiche trattate e alle caratteristiche tecniche della rivista (versione print on demand o digitale).

ISTRUZIONI PRELIMINARI

  • Collegatevi alla pagina Facebook del corso: https://www.facebook.com/ComT-Comunicazione-per-il-Turismo-112052770273744/
  • Per chi non avesse ancora ricevuto l’invito a collegarsi a questa pagina come EDITOR deve scrivere a Mirko Cozzaglio, [email protected], che ricopre il ruolo di social media manager per questo esercizio, indicando la propria email utilizzata per il proprio account personale Facebook e l’indirizzo della sua pagina. Inviate la mail con oggetto “ComT- EDITOR FACEBOOK”. Per chi non ha un account Facebook e non intende averlo, affinché possa svolgere questa attività ed eventualmente lavorare sui social network dei propri futuri datori di lavori è consigliabile che apra un account di lavoro, magari creando anche una nuova email a cui associare il suo account.

Scopo di questo esercizio è quello di scrivere un post che rimandi ad alcune tematiche affrontate dal vostro articolo sulla rivista RE.tour e che stimoli il lettore a procedere con la stampa. Il link per il download del file della rivista è il seguente e deve assolutamente essere sempre riportato all’interno del post:

https://comtour.info/re-tour-n-1-inverno-2022-stampa/

È anche disponibile una versione della rivista solo in formato digitale, ma al momento non la mettiamo a disposizione proprio per incentivare al massimo l’attività di stampa. Questo è sicuramente un obiettivo abbastanza difficile da raggiungere e rappresenta il punto più critico su cui è necessario lavorare in termini di comunicazione. Perché qualcuno dovrebbe scaricare la nostra rivista e spendere tempo e soldi per farla stampare? Quali motivazioni siamo in grado di sviluppare? Ecco questo è un aspetto su cui tutti devono riflettere e provare ad affrontarlo nel modo migliore. Certamente stampare la rivista è il primo modo per farla conoscere e farla circolare, solo questo fatto potrebbe giustificare l’attività di stampa che chiediamo ai nostri potenziali lettori, ma ce ne potrebbero essere altri… Pensate agli amanti del cartaceo, a tutti quei lettori che non sono entusiasti di un mondo letterario solo in forma digitale, oppure pensate a tutti i soggetti che nei vostri articoli sono stati direttamente o indirettamente coinvolti: una stampa di questo lavoro potrebbe essere usato come prodotto promozionale all’interno delle loro attività. Sicuramente quindi sono molti gli elementi che potreste utilizzare, consultatevi anche con il vostro social media manager per calibrare al meglio il post che andrete a scrivere.

Sarà però necessario non pubblicare immediatamente il post ma programmarlo in base anche alle attività degli altri editor della pagina e quindi programmarsi in base a questo elemento ma anche in vase a quando ritenete più utile dare visibilità ad alcuni elementi che avete elaborato nei vostri contributi. Chi invece vuole sottoporre dei post ma non ha partecipato alla progettazione della rivista dovrebbe impostare una comunicazione che si focalizza più su aspetti generali, come ad esempio di introduzione al lavoro, ma può in ogni caso tenere in considerazione alcune delle tematiche sviluppate e raccontate dalla rivista. Di seguito il link della versione in formato digitale della rivista che potete usare per una consultazione operativa ma che deve assolutamente rimanere riservata:

https://comtour.info/area22/wp-content/uploads/sites/7/2022/01/REtour-V1-Digitale-Ottimizzato.pdf

ISTRUZIONI DETTAGLIATE

  • Innanzitutto prendete visione dei post già programmati e decidete esattamente quando dovrà essere pubblicato il vostro.
  • Una volta nella pagina Facebook del corso e avendo i privilegi di Editor potete usare, nel menù di sinistra, il comando “Strumenti di pubblicazione”. Una volta dentro a questa sezione troverete la lista di tutti i post pubblicati e il bottone”Crea post”. Cliccate su quest’ultimo e scegliete un titolo appropriato.
  • Se volete potete fare una prima programmazione di pubblicazione del post con il menù che si trova in basso a destra, a fianco del bottone ‘Pubblica” e poi cliccate su “Programma post”. Programmate la pubblicazione in base anche ai post che vedete già programmati, cercando se possibile di evitare delle sovrapposizioni. Tenete presente che comunque il social media manager deciderà in seguito il periodo migliore di pubblicazione e vi darà dei feedback anche rispetto ai contenuti del vostro post. Se volete saltare questo passaggio salvate il post semplicemente come Bozza.


  • Hai dei problemi ad accedere alla tua area riservata?

    Scrivimi usando il modulo seguente e specificando bene che tipo di difficoltà stai incontrando.

      Oggetto
      PROBLEMI DI ACCESSO


    • Calendario lezioni a.a. 2021-2022

      1. Lunedì 4 ottobre 2021 – ore 10.30-12.30- ONLINE e LAB-1641
      2. Martedì 5 ottobre 2021 – ore 16.30-18.30 – ONLINE e LAB-905
      3. Giovedì 7 ottobre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641

      4. Lunedì 11 ottobre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641
      5. Martedì 12 ottobre 2021 – ore 16.30-18.30 – ONLINE e LAB-905
      6. Giovedì 14 ottobre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641

      7. Lunedì 18 ottobre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641
      8. Martedì 19 ottobre 2021 – ore 16.30-18.30 – ONLINE e LAB-905
      9. Giovedì 21 ottobre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641

      10. Lunedì 25 ottobre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641
      11. Martedì 26 ottobre 2021 – ore 16.30-18.30 – ONLINE e LAB-905
      12. Giovedì 28 ottobre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641

      13. Martedì 2 novembre 2021 – ore 16.30-18.30 – ONLINE e LAB-905
      14. Giovedì 4 novembre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641

      15. Lunedì 8 novembre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641
      16. Martedì 9 novembre 2021 – ore 16.30-18.30 – ONLINE e LAB-905
      17. Giovedì 11 novembre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641

      18. Lunedì 15 novembre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641
      19. Martedì 16 novembre 2021 – ore 16.30-18.30 – ONLINE e LAB-905
      20. Giovedì 18 novembre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641

      21. Lunedì 22 novembre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641
      22. Martedì 23 novembre 2021 – ore 16.30-18.30 – ONLINE e LAB-905
      23. Giovedì 25 novembre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641

      24. Lunedì 29 novembre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641
      25. Martedì 30 novembre 2021 – ore 16.30-18.30 – ONLINE e LAB-905
      26. Giovedì 2 dicembre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641

      27. Giovedì 9 dicembre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641

      28. Lunedì 13 dicembre 2021 – ore 16.30-18.30 – ONLINE e LAB-905


      Possibili recuperi

      1. Martedì 14 dicembre 2021 – ore 16.30-18.30 – ONLINE e LAB-905
      2. Giovedì 16 dicembre 2021 – ore 10.30-12.30 – ONLINE e LAB-1641
      3. Lunedì 20 dicembre 2021 – ore 16.30-18.30 – ONLINE e LAB-905


      Date esami

      18 gennaio 2022 – 11.30-13.30 scritto
      25 gennaio 2022 – 11.30-13.30 orale integrativo facoltativo
      18 febbraio 2022 – 11.30-13.30 scritto
      24 febbraio 2022 – 11.30-13.30 orale integrativo facoltativo